Progetto cofinanziato da
Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi

 

A Lipsia per l'housing di quartiere - viaggio studio del progetto INTEREST

 

A Lipsia, infatti, gli edifici sfitti e a rischio degrado sono stati ceduti in uso temporaneo a “creativi” e a cittadini in cerca di alloggio nell'ottica di riqualificazione urbana e sociale della città e dei quartieri. L'idea che sta alla base dell'azione dell'associazione è che gli edifici e gli spazi cittadini si possono salvaguardare usandoli e vivendoci, affrontando al contempo il problema dell'accesso alla casa, del risanamento degli immobili e del rilancio sociale dei quartieri. A Rovereto, ATAS onlus e gli altri partner del progetto – in particolare l'APSP Vannetti – stanno sperimentando una versione “trentina” dell'esperienza Lipsiense, denominato “housing di quartiere”.

Il progetto INTEREST: INtegrare TEssendo REti e Servizi Territoriali dal condominio al quartiere è cofinanziato dall’Unione Europea - Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi e dal Ministero dell'Interno ed è realizzato da ATAS onlus in collaborazione con Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comunità della Val di Non, Comune di Cles, Fondazione Famiglia Materna, Kaleidoscopio, Con.solida, APPM onlus, APSP Vannetti, FIMAA, UPPI, SUNIA, Patto Casa, Il Gioco degli Specchi e Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani.

Tags: abitare sociale, casa, progettazione partecipata